Google Plus/Local Google Maps | Consigli ed errori da evitare

Premessa
Google ha lanciato a fine luglio 2014 un nuovo aggiornamento del suo algoritmo, denominato Google Pigeon (“Piccione”) attualmente presente solo su Google.com; nei prossimi mesi arriverà anche sugli tld nazionali.

Alcuni mesi fa è stata lanciata la nuova versione di Google Maps, stravolgendo di fatto, la vecchia versione di Google Maps.

FRA LE PRINCIPALI NOVITÀ DELLA NUOVA GOOGLE MAPS.

  • Il vecchio Google Maps “fungeva” sostanzialmente da navigatore; adesso tutto è focalizzato sull’esperienza utente.
  • E’ stata potenziata la navigazione; adesso è possibile vedere (oltre alle recensioni, orari ecc.) le foto dei luoghi, le attività consigliate, ecc.

Altra novità importante (lanciata a giugno 2014) è quella di Google My Business; si tratta di un importantissimo aggiornamento che “semplifica la vita” poiché adesso con una sola dashboard/pannello di controllo sarà possibile gestire Google Places for Business e Google Local (prima su due piattaforme distinte) e tenere sotto controllo tutte le statistiche inerenti alla presenza su Google dell’attività quali Google Analytics, recensioni Google Plus, You Tube ecc.

google-My-Business
Fonte https://www.google.it/business/

GOOGLE PLUS/LOCAL – GOOGLE MAPS – ERRORI ASSOLUTAMENTE DA EVITARE
Google sta investendo MOLTO su Google Plus / Local intensificando il team di controllo che può anche rimuovere (senza preavviso) la propria presenza su Google Maps.

Quelli che riporto sono alcuni consigli sintetici per non incorrere nelle penalizzazioni quando si crea una pagina Google Plus Local con relativa Mappa.  

NOME DELLA PAGINA:

  • Non mettere caratteri speciali, trattini ecc.
  • Non mettere il nome a dominio.
  • Il nome della pagina deve corrispondere all’attività e a quello che è scritto nell’insegna.

Esempio:

  • Pizza a Milano – Mario Rossi pizzamilanomariorossi.it [SBAGLIATO]
  • Pizzeria Mario Rossi Milano [corretto solo se nell’insegna c’è scritto anche “milano” altrimenti occorre scrivere “Pizzeria Mario Rossi”.

TEAM DI CONTROLLO GOOGLE

  • C’è un Team che fa controlli sulle attività e può richiedere foto dell’attività dove vanno mostrati elementi identificatori (targhe, insegne ecc).
  • Se il Team di controllo non riesce a vedere l’insegna mediante lo Street View telefona e chiede le foto.

PENALIZZAZIONI GOOGLE PLUS/ MAPS

  • Una violazione delle norme del nome può comportare la sospensione della pubblicazione della mappa su Google Maps.
  • L’account viene contrassegnato come “violatore” delle norme per cui non è detto che eventuali modifiche siano accettate quindi per risolvere il problema va chiuso e fatto uno nuovo.

SCELTA DELLA CATEGORIE

  • Al momento (/in italiano) sono poche e dobbiamo scegliere fra quelle che Google rende disponibili.
  • Google sta investendo nell’ampliamento del numero delle categorie disponibili in lingua italiana.
  • Se non troviamo quella attinente mettere una generica e lavorare sul campo descrizione dell’account.

DESCRIZIONE

  • Lavorare bene sulla descrizione perché influisce molto sul posizionamento e può sopperire al problema, per esempio, di non poter mettere le key nel titolo pagina o di non poter scegliere le categorie opportune.

VANITY URL

  • Contrariamente a quanto viene “vociferato” si può modificare: basta che la scheda sia verificata.

Infine, voglio fare chiarezza (tema che non è poi così scontato sapere) fra la correlazione che esiste fra una pagina Google Plus/Local – Google Maps.

CORRELAZIONE FRA PAGINA PLUS E MAPPA.
Ad ogni pagina Google Plus corrisponde una mappa quindi quindi:

Realtà con un numero di sedi inferiore a 10.

  • Si crea un pagina locale per ogni sede con relativa mappa; per es. due sedi = due pagine locali = due pallini sulle mappe.
  • Le pagine locali serviranno per mettere gli orari di apertura, promozioni locali particolari ecc.
  • Volendo si potrà fare una pagina Brand (marchio) di tipo istituzionale per le comunicazioni ufficiali.

Realtà con un numero di sedi SUPERIORE a 10.

  • Si fa il caricamento collettivo delle mappe.
  • Per il resto la logica rimane invariata ovvero, ad ogni mappa locale corrisponderà una pagina Local per es. 11 sedi = 11 pagine locali = 11 pallini sulle mappe.
  • Anche in questo caso, Volendo si potrà fare una pagina Brand (marchio) di tipo istituzionale per le comunicazioni ufficiali.

Giuseppe-Quilici
Giuseppe Quilici
CEO – SEO SEM SMM Specialist

Commenti (0)

Lascia un Commento.

× Come posso aiutarti?